Un imprenditore tedesco ha donato 2 milioni di euro al Comune di Dolceacqua per la costruzione della nuova scuola. L’imprenditore è innamorato della Liguria dove trascorre le vacanze da oltre 20 anni in una sua proprietà.
L’imprenditore e medico tedesco Lutz Mario Helmig (1946) è noto per il suo generoso aiuto a suporto di progetti sostenibili. In questi giorni, ha donato 2 milioni di Euro per la costruzione di una scuola nel Comune di Dolceacqua in Liguria. “Il Sindaco mi ha convinto dell’importanza della costruzione di una nuova scuola. Considero l’investimento nell’istruzione e nella formazione come una misura strutturale essenziale. Il mio obiettivo è infatti quello di fornire ai giovani un’adeguata e buona educazione e di sostenere il Comune di Dolceacqua, ben amministrato, nel suo sviluppo autonomo secondo il principio europeo di sussidiarietà.
Sono già curioso di vedere l’inizio della costruzione e soprattutto l’inizio delle lezioni nella nuova scuola” dice il Dr. Helmig. L’intenzione del nobile donatore di dare un contributo concreto i cui effetti e le cui conseguenze siano misurabili è chiaramente visibile. Un approccio simile aveva scelto anche anni fa, quando ha pagò tutti i debiti del suo Comune di residenza, Grebenhain, in Germania. All’epoca, il Dr. Helmig fece una donazione a condizione che si perseguisse una politica di bilancio in pareggio.
L’approccio dell’investitore appare particolarmente plausibile in tempi di necessarie misure strutturali in Italia e della minaccia di un’escalation del debito pubblico. Il sostegno del principio di sussidiarietà è un segnale dello spirito europeo del donatore. La donazione migliora inoltre le relazioni italo-tedesche, e dimostra che ci sono iniziative popolari (quasi) a sorpresa che vanno oltre gli inutili pregiudizi. I politici farebbero bene ad ascoltare di più i cittadini come il Dr. Helmig e ad accettare il loro sostegno. Questa donazione è stata una grande sorpresa per il pubblico, ma non per il sindaco Fulvio Gazzola “Il ottor Helmig mi aveva informato della sua intenzione nei primi giorni di febbraio, ma ho tenuto la notizia riservata tra i miei più stretti collaboratori, poiché la donazione era legata alla concessione di un contributo pubblico e non volevo creare illusioni in questa situazione di emergenza per il nostro paese”.
Al Dr. Helmig va il nostro più grande ringraziamento e la riconoscenza da parte di tutta la comunità, che avremo modo di dimostrare concretamente in futuro. È una grande soddisfazione per il nostro comune, perché è anche il risultato del lavoro degli ultimi anni, che ha creato un clima di credibilità e fiducia.
Questa donazione risolve un grosso problema per il nostro paese e copre la parte del finanziamento della nuova scuola che avremmo dovuto ottenere vendendo il vecchio istituto. Possiamo ora iniziare subito con la realizzazione del nuovo plesso scolastico, con l’inizio dei lavori già previsto per questo ottobre. Ma vorrei sottolineare anche che, con questa donazione, l’importo realizzato con la vendita dell’attuale edificio, che potrà essere fatta con più calma, sarà disponibile per ulteriori interventi pubblici e potrà essere utilizzato per risolvere una lunga serie di opere che da anni speravamo di realizzare, tra cui sicuramente nuovi parcheggi pubblici. Ringrazio i miei più stretti collaboratori, i componenti dell’attuale e della precedente amministrazione che hanno creduto nel progetto, i funzionari della regione Liguria e l’assessore Marco Scajola che ha sostenuto politicamente la nostra comunità”.