Nell’ottica del “Piano incrementale azioni urgenti” predisposto da Alisa per favorire il contenimento dell’epidemia di Coronavirus, sono state avviate le attività per la trasformazione dell’ospedale Micone in ospedale dedicato ai pazienti COVID. Si è pertanto proceduto, già da qualche giorno, al blocco dei ricoveri ordinari di Medicina, Cure intermedie, Otorinolaringoiatria e Cardiologia.

Il Punto di Primo Intervento è stato chiuso in data 11 marzo alle ore 20, per consentire, con il conseguente trasferimento del personale presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Villa Scassi, una migliore suddivisione dei percorsi.

Le ulteriori novità, previste a partire da lunedì 16 marzo, riguardano:

–          Il trasferimento del Centro sclerosi multipla al padiglione 9 dell’Ospedale Villa Scassi

–          la chiusura dell’Unità di raccolta sangue; rimarrà presso l’Ospedale un’emoteca gestita dal Centro Trasfusionale di Villa Scassi, operativa h24

–          la chiusura Punto prelievi

–          lo spostamento all’interno dell’Ospedale Micone dell‘attività di Day hospital oncologico che verrà svolta temporaneamente presso la Piastra ambulatoriale situata al piano -2 del corpo aggiunto. I percorsi di accesso dell’utenza saranno opportunamente indicati

Il piano incrementale con le azioni urgenti messe in atto per il contenimento del contagio è in progress, sono inoltre previsti percorsi dedicati per le strutture che rimarranno operative.