Per i circa 4200 frontalieri italiani che ogni giorno si recano nel Principato di Monaco per lavoro non c’è nessuna restrizione. “Non consideriamo Ventimiglia e i Comuni limitrofi dove vivono i frontalieri italiani come una zona a rischio. Sono una forza lavoro necessaria ed alla quale dovremmo rinunciare solo se la Francia chiudesse la frontiera con l’Italia” dice il ministro di Stato, Serge Telle, come riporta “La Stampa”.