1,4 milioni di euro per la progettazione e la realizzazione delle tratte di pista ciclabile costiera nei Comuni di Ventimiglia, Bordighera e Vallecrosia. Sono le risorse ottenute e in gran parte già utilizzate da Regione Liguria come capofila del progetto europeo Interreg ALCOTRA EDU – MOB, sulla mobilità sostenibile.

“Grazie a questo progetto abbiamo la possibilità di potenziare le nostre infrastrutture turistiche e i nostri percorsi ambientali – spiega l’assessore all’Ambiente Giacomo Giampedrone – Un’iniziativa ambiziosa di fronte alla quale non si sono tirati indietro il Comune di Ventimiglia e il Comune di Bordighera implementando ulteriormente i progetti sul loro territorio, che vedranno la loro realizzazione entro giugno 2020, termine ultimo del progetto. Regione Liguria darà al Comune di Ventimiglia oltre 300 mila, che è l’ultima quota prevista dal progetto, e al Comune di Bordighera 170 mila euro. Questi finanziamenti si aggiungono ai contributi già erogati ai due Comuni negli anni precedenti, pari a quasi 300 mila per Ventimiglia e oltre 100 mila euro per Bordighera, e ai fondi già destinati a Vallecrosia, terzo comune coinvolto nell’intervento, che ha ottenuto un contributo totale di 180 mila euro”.

Il progetto EDU-MOB, cofinanziato nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera Italia Francia ALCOTRA 2014-2020, ha come obiettivo quello di favorire il cambiamento di comportamenti di mobilità attraverso azioni di educazione e formazione ambientale che spingano i cittadini a spostarsi a piedi o in bicicletta e incentivare nel territorio dell’estremo ponente azioni pilota per lo sviluppo della mobilità sostenibile e per la realizzazione di piccole tratte di pista ciclabile.

Gli interventi nei Comuni di Ventimiglia e Bordighera rientrano nel progetto della ciclovia tirrenica, un tracciato ciclabile complessivo di 700 km che va da Ventimiglia a Roma e che attraversa la Liguria per 480 km. Proprio per questo progetto a novembre 2019 le Regioni Liguria, Toscana e Lazio hanno siglato un’intesa per la ripartizione di 16 milioni di euro provenienti dal MIT, Il Ministero delle Infrastrutture, che ha attribuito alla Liguria 6 milioni di euro. Le risorse, messe a disposizione dal Ministero, sono destinate alla realizzazione di un primo lotto funzionale in ognuna delle tre regioni che verrà deciso all’interno della progettazione di fattibilità tecnico-economica. I finanziamenti serviranno a rendere operativa un’arteria ciclabile di interesse nazionale che verrà realizzata in parte con fondi nazionali e in parte con finanziamenti regionali. Dopo queste prime risorse l’impegno del governo è quello di stanziare 40 milioni per anno, a partire dal 2020 fino al 2024.