Il governo ha varato una serie di misure economiche su tutto il territorio nazionale per rilanciare la crescita e rispondere alla crisi causata dall’emergenza coronavirus. Riguardano in particolare il settore turistico e il lavoro agile dei dipendenti della pubblica amministrazione. Un secondo pacchetto di misure sarà emanato entro la prossima settimana. I provvedimenti già presi riguardano il settore turistico, per cui è prevista la sospensione del versamento dei contributi previdenziali e delle ritenute fiscali fino al prossimo 30 aprile, e i dipendenti della pubblica amministrazione e degli organismi di diritto pubblico per cui il lavoro agile viene sostenuto con misure in convenzione con Consip che permettono l’acquisto agevolato di personal computer portatili e tablet tramite procedure rapide che rispondano alle esigenze dell’urgenza in corso.
In un momento così difficile, il Ministero dei Trasporti ha sbloccato 900 milioni di euro per la manutenzione delle strade provinciali, che serviranno a finanziare i programmi delle amministrazioni provinciali e della Città metropolitana nel quinquennio 2020-2024. Sono così ripartite: 13.261.903,29 milioni di euro alla provincia di Genova, 5.159.566,25 milioni di euro alla provincia di Imperia, 4.580.828,21 milioni di euro alla provincia della Spezia, 6.205.501,30 milioni di euro alla provincia di Savona. Si tratta di circa 29 milioni di euro in arrivo in Liguria nei prossimi cinque anni. Inoltre, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha annunciato inoltre che il governo stanzierà ulteriori 3,6 miliardi di euro, utilizzando anche fondi comunitari, per fare fronte all’emergenza coronavirus.
Apprezziamo l’impegno del governo che non solo ha affrontato la situazione di emergenza con misure di sicurezza e prevenzioni sanitarie ma ha attivato e attiverà anche una serie di importanti misure di sostegno economico alle aziende che ne hanno avuto un danno, per fare ripartire l’economia del paese.

Gruppo Pd Regione Liguria
Pd Liguria
Gruppo parlamentare Pd