L’ordinanza della Regione che blinda la Liguria è un pugno allo stomaco per amministratori ed albergatori già in allarme per la psicosi da coronavirus che aveva portato alle prime disdette da parte di clienti italiani e soprattutto francesi. “Come mi devo regolare con il Casinò, frequentato da migliaia di clienti che arrivano da ogni luogo?” si chiede il sindaco di Sanremo. Analoghe perplessità riguardano mercati ambulanti e, a Sanremo, l’annonario, struttura sempre assai affollata, come scrivono Donzella e Fassione su “Il Secolo XIX”.