Ha una quarantina d’anni il marittimo savonese imbarcato sulla nave Westerdam che, sbarcato in Cambogia e poi rientrato a Sanremo, ha scoperto di aver viaggiato con una passeggera statunitense affetta da Coronavirus. L’uomo, negativo ai test, ha deciso comunque per l’autoquarantena. L’uomo è partito per Tokio il 2 febbraio, il 4 era a Taiwan. Lo sbarco dei passeggeri, sui quali le autorità cambogiane non hanno effettuato test per il Coronavirus, è avvenuto il 13 febbraio. Sabato 15 per il marittimo è iniziato il viaggio di ritorno. Giunto a casa, si è chiuso dentro postando su Facebook la frase: “sono un po’ infelice”. Ogni giorno gli viene controllata per tre volte la febbre. L’Asl pensa anche ai pasti. I familiari sono stati trasferiti in un altro alloggio.