La Polizia di Stato è quotidianamente impegnata sul territorio per rispondere alle istanze provenienti dai cittadini aventi ad oggetto tanto la sicurezza quanto la vivibilità e il decoro della città.
Un’attenzione particolare è dedicata al monitoraggio delle principali arterie stradali e dei caselli autostradali di accesso alla città.

Gli operatori della Squadra Volante hanno individuato “a colpo sicuro” due soggetti sospetti. Transitando in auto su viale Matteotti all’altezza della “Pensilina”, hanno notato due giovani alla fermata del pullman riconoscendoli come gli autori di un furto avvenuto presso un locale sito in zona Prino, dove, nel mese di dicembre erano state sottratte svariate bottiglie di liquore con gravi danni al frigo bar e ad una finestra. Portati i ragazzi negli Uffici della Questura per approfondimenti e quivi visionate le immagini delle telecamere di sicurezza del bar depositate dal titolare in sede di denuncia, i sospetti degli operatori hanno trovato conferma. I due – 17enni, entrambi di Imperia – sono stati denunciati per furto in concorso aggravato dalla violenza sulle cose.


La prevenzione e la repressione dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria è solo un aspetto del controllo del territorio effettuato dalla Polizia di Stato a tutela della sicurezza urbana. Vi sono poi degli specifici servizi mirati al decoro e alla vivibilità della città, attraverso interventi di riqualificazione e recupero delle aree o dei siti più degradati.
A tal fine vengono sistematicamente effettuati sopraluoghi delle aree considerate a rischio e delle strutture in stato di abbandono della città, monitorate grazie alla presenza sul territorio, da un lato, e alle segnalazioni raccolte dai Poliziotti di Quartiere, dall’altro
Proprio questi ultimi, nell’ambito della “Polizia di Prossimità”, raccoglievano recentemente alcune segnalazioni in ordine a situazioni di degrado all’interno del cortile della Camera di Commercio. Per dare un seguito immediato e rimuovere le eventuali situazioni di disagio, gli operatori della Squadra Volante effettuavano a più riprese passaggi nella zona, visionando altresì le immagini delle videocamere di sorveglianza presenti in loco, non rilevando tuttavia fatti particolari.