Dispiace che Ioculano si senta sempre sotto attacco, si autocommiseri e non si renda conto di come abbia amministrato. Non vi è nulla di personale, anzi auguro al giovane Ioculano una grande carriera politica ma deve passare dalle esternazioni generiche da disco rotto alla dialettica politica costruttiva, alla buona amministrazione, deve abbandonare quella sua superficialità amministrativa e rendersi conto che per amministrare bene non è sufficiente parlare bene. Amministrare comporta assumersi responsabilità verso i cittadini, le conseguenze dei nostri errori ricadono su di loro, sulla città. Non lo avevo accusato di nulla, ho solo detto e lo ripeto che “Le decine di milioni che la Regione ha distribuito in questi giorni si riferivano ai danni creati dal maltempo nel 2018 e solo per quei comuni che in allora avevano presentato le necessarie schede di protezione civile, cosa non successa con l’Amministrazione Ioculano”. Ed è vero, prosegue il sindaco Scullino e infatti Ioculano lo conferma quando dice testualmente, con qualche piccola bugia: “Noi le abbiamo inviate regolarmente ma non ci erano state accettate, come può capitare in taluni casi”. E’ incredibile, cosa vuol dire “non ci erano state accettate come può capitare in taluni casi”? Ioculano dovrebbe sapere avendo fatto il sindaco per 5 anni come funziona! Altrimenti potrebbe chiederlo a chi lo sa, se vuole come consigliere di minoranza può rivolgersi al mio Staff che spiegheranno lui il vero funzionamento e cioè che le schede della protezione civile si caricano su un portale apposito e telematicamente vengono inviate, confermandole, nessuno deve accettare le schede, semmai non vengono erogati i contributi richiesti, ma le schede rimangono nel portale. Nel nostro caso le schede sul portale della protezione civile non ci sono, non sono mai arrivate e questo ha comportato che non si è potuto utilizzare la così detta “resilienza”, cioè richiedere contributi per danni conseguenti all’aggravamento della situazione preesistente. L’assenza delle schede 2018 ha comportato la mancata erogazione di fondi per risanare il nostro territorio, questa è la triste realtà e non l’avevamo voluto dire perchè ritenevamo inutile fare polemiche ma naturalmente Ioculano deve sempre salire in cattedra e lanciare i suoi slogan offensivi che certamente non sono intellettualmente onesti. Non ho invece io difficoltà a riconoscere che è vero che Ioculano ha fatto fare molti asfalti nel 2019, come è vero che li ha fatti dopo 5 anni di amministrazione e solo in vista delle elezioni comunali, ma i cittadini non si fanno prendere in giro! Capisco che era giovane e senza esperienza amministrativa, ma poteva farsi aiutare meglio, spendere bene i soldi pubblici, come faccio io. E infine, conclude il sindaco Scullino, presto avremo finalmente l’occasione in consiglio comunale, proprio rispondendo a una interpellanza della minoranza, di dimostrare che Ioculano spendeva per l’organizzazione della macchina comunale più di quanto spendo oggi io, ma lui sono certo che non sappia neanche che sia così, con la differenza che la mia amministrazione è più efficiente ed efficace nell’attuare il programma amministrativo.