Nel pomeriggio di venerdì un equipaggio della Squadra Volante si è recato in un esercizio commerciale in via Roma, dove era stato segnalato il ferimento del proprietario.
Sul posto gli agenti hanno raccolto le testimonianze dalle persone presenti, le quali hanno riferito che poco prima, intorno alle ore 18, il proprietario del punto vendita era stato coinvolto in una lite “furibonda” con una cliente che, particolarmente agitata, si era allontanata per poi ritornare e scagliarsi contro l’uomo, colpendolo alla gola con una coltellata.
Nonostante il gesto fulmineo e inaspettato, l’uomo è riuscito a schivare il colpo rimanendo ferito solo di striscio. La donna subito si è data alla fuga.
L’assenza di telecamere sul posto ha reso l’individuazione dell’autrice dell’aggressione complessa ma, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima nonché dai suoi collaboratori e clienti presenti al momento del fatto, i poliziotti hanno dato immediato avvio alle ricerche.
Il giorno seguente la donna è stata individuata.
Di nazionalità rumena, 33 anni, con diversi pregiudizi penali in ragione dei quali stava scontando un periodo di affidamento in prova ai servizi sociali, ha consegnato spontaneamente agli agenti il coltello utilizzato, che aveva intanto nascosto all’interno di una fioriera. L’arma è stata posta sotto sequestro e la donna denunciata all’Autorità Giudiziaria per lesioni aggravate.
La gravità della condotta è stata ritenuta dal Magistrato di Sorveglianza in contrasto con i presupposti dell’affidamento in prova e per tali motivi lo stesso ha disposto la sospensione della misura alternativa e l’accompagnamento in carcere, eseguito immediatamente dagli uomini del Commissariato di Sanremo.