Questa mattina nella sede di Regione Liguria il presidente Giovanni Toti e l’assessore alle Infrastrutture e Protezione civile Giacomo Giampedrone hanno incontrato la Direzione Tecnica di Autostrade per valutare le possibili misure urgenti da attuare per ridurre i disagi dovuti ai cantieri per la messa in sicurezza della rete. Un incontro richiesto dal presidente Toti “pur senza competenze dirette in capo a Regione sulla rete autostradale in concessione statale, ma in considerazione dell’assenza di risposte strutturali da parte del governo”, spiega il governatore.

In particolare, da domani, domenica 29 dicembre, verrà ridotto l’impatto dei cantieri che insistono nel tratto tra Arenzano e Savona a causa di due frane: dalla prima mattina infatti torneranno agibili tre corsie su quattro, modulabili a seconda dei maggiori flussi di traffico.

Per quanto riguarda la messa in sicurezza delle barriere fonoassorbenti, la maggior parte dei cantieri saranno di tipologia mobile, con lavori che si svolgeranno nelle ore notturne.

“Tutto ciò – afferma il presidente Toti – speriamo possa mitigare il disagio dei cittadini e dei molti turisti in arrivo per trascorrere il capodanno in Liguria. Regione Liguria, in assenza di risposte strutturali da parte del Governo, sta lavorando quotidianamente per cercare di ridurre al massimo i disservizi, nell’auspicio che prima o poi possano aprirsi quei tavoli nazionali di confronto che continuiamo a sollecitare e – conclude – che possano arrivare risposte adeguate alle nostre reiterate richieste di un piano organico e straordinario di interventi sulla nostra regione”.