Al termine della gara vittoriosa di Seravezza questi sono stati i commenti dei biancoazzurri in sala stampa:

“Sono orgoglioso di questi ragazzi – dichiara il DG Pino Fava – anche oggi abbiamo fatto una vera e propria impresa. Il Seravezza ci teneva come noi al passaggio del turno e ha cercato di metterci in difficoltà in tutti i modi. Noi abbiamo fatto la nostra partita e abbiamo ribattuto colpo su colpo. Sono molto contento per la rete di Paolino Calderone, è stata una azione splendida ed ha fatto davvero un gran gol. I rigori sono stati un’altalena di emozioni incredibili, ma alla fine ancora una volta ce l’abbiamo fatta. Stasera ci godiamo l’ennesimo traguardo raggiunto, arrivare in semifinale di Coppa Italia non è cosa da poco. Ma da domani ci concentriamo sui prossimi impegni di campionato. La doppia sfida con Fossano domenica e Prato mercoledì è un crocevia importante. Mi auguro che la città si stringa attorno alla squadra. Lo merita perché ci sta mettendo il cuore in tutto quello che fa.”

“Sono molto soddisfatto non solo per il risultato ma anche per la prestazione – spiega il tecnico Nicola Ascoli – tutti quelli che hanno giocato oggi dall’inizio come Gagliardi che è arrivato da una settimana o come Scarella, Fenati e Calderone, che di solito trovano meno spazio, si sono calati perfettamente nella parte e hanno dato il massimo. Faccio i complimenti a tutti e in modo particolare rivolgo un encomio speciale a Paolino per il gol. Deve continuare così. Dal dischetto ci sono stati diversi errori da una parte e dall’altra, ma questo è il bello del calcio, ci sta. La cosa importante è che nel momento decisivo noi siamo riusciti a trasformare quello decisivo. Siamo molto contenti, ma restiamo con i piedi per terra. I campionati non si vincono a dicembre, così come le coppe. Siamo in semifinale, è vero, e proveremo ad arrivare fino in fondo. Ma da domani inizieremo a pensare al campionato e alla gara di domenica col Fossano. Il girone resta molto equilibrato ed apertissimo. Oggi nei recuperi il Chieri vincendo col Vado si è rilanciato e lo stesso Fossano, pareggiando a Casale, si è portato ad un solo punto da noi. E’ una squadra importante, verrà a Sanremo sulle ali dell’entusiasmo, guai a sottovalutarlo.”

“Quando mi sono presentato sul dischetto – racconta Simone Bregliano, autore del penalty decisivo – il pallone pesava come un macigno. Ho cercato di non pensare a nulla, ho cercato di concentrarmi il più possibile. Ho visto che il portiere ha fatto un leggero movimento, ho provato a chiudere l’angolo e sono riuscito a spiazzarlo. Quando ho visto la palla in rete mi sono girato e mi sono accorto che tutti i miei compagni correvano verso di me, è stata una sensazione bellissima. Ci siamo abbracciati, ci siamo messi a saltare, il bello del calcio è tutto qui. Voglio fare i complimenti a tutti, e in particolare a Caruso che dal dischetto ha fatto due parate straordinarie. Sono molto contento perché il Seravezza è una buona squadra, molto fisica, ci ha reso la vita difficile ed ha provato fino all’ultimo a portare il risultato a casa. Lottavano sulle seconde palle con grande coraggio, il secondo tempo è stato duro. Voglio dedicare questo successo alla mia famiglia, a tutta la squadra e ai tifosi. Già domenica a Savona c’è stato un bell’entusiasmo. Sono sicuro che in questi due impegni casalinghi con Fossano e Prato la gente verrà al Comunale numerosa per darci una mano.”