Dopo il successo di lunedì in biblioteca, l’Unitre di Sanremo propone, per la prima volta, un’originale e inconsueta lezione – concerto dal titolo “Il vento che suona” con la magnifica cornamusa del prof. Davide Baglietto (venerdì 29 novembre, Sala degli Specchi, ore 16).

Lo spettacolo proposto è un viaggio nella musica degli strumenti aerofoni tradizionali e moderni appartenenti all’area geografica del Mediterraneo e delle regioni confinanti.

Un viaggio nei suoni degli strumenti di origine agropastorale dai primordi fino ai giorni nostri: un percorso non solo legato al tempo e all’evoluzione degli strumenti a fiato con ancia semplice o doppia ma anche alle zone geografiche dove vengono suonati.

Si passa dal corno del Becco suonato dai pastori corsi fino alla cornamusa turca (tulum) dei pastori nella remota regione di Artvin sul Mar Nero, ai confini con la Georgia.

Il concerto proposto non è una mera esecuzione di brani tradizionali ma un’interazione tra il pubblico e i musicisti Davide Baglietto e Edmondo Romano, che racconteranno le differenze degli strumenti.

La prof.ssa Francesca Rotta Gentile dell’Istituto Colombo, presidente Unitre – Sanremo, nell’esprimere soddisfazione per il grande riscontro di partecipazione che stanno ottenendo gli incontri e per i prestigiosi relatori che propongono lezioni davvero interessanti, ricorda che “tutti gli appuntamenti valgono come formazione docenti. E’ possibile iscriversi sul sito Sofia del Ministero dell’Istruzione entro il 6 dicembre, cercando Cassini”. 

Cabit: Il vento che suona

Edmondo Romano: clarinetto, sax, duduk, musette, chalemau, zurna, monsenho, mizmar, low whistle, tin whistle
Davide Baglietto: musettes, musa pastorale ligure, ceccola polifonica, pivana, zurna, tulum, daf, bendir,darbouka

Curricula

Davide Baglietto: polistrumentista e compositore, suonatore di cornamuse, flauti, pianoforte, percussioni. Da lungo tempo ricercatore e studioso della tradizione musicale ligure, collabora con diverse formazioni di musica tradizionale (Uribà, Dopu Cena etc..) e musicisti della tradizione.

Edmondo Romano: compositore e musicista, ricercatore delle espressioni musicali nelle varie tradizioni attraverso lo studio di numerosi strumenti a fiato, ha lavorato con molte formazioni italiane in differenti ambiti (world, folk, etno, minimalista, progressive, cantautorale…) con le quali ha inciso più di 100 lavori discografici. Ha all’attivo un’intensissima attività concertistica in Italia e all’estero.