I giudici della Corte dei Conti della Liguria hanno condannato un ex dipendente comunale accusato di assenteismo ad un risarcimento di oltre 9 mila euro. L’operaio del comune di Alassio era stato messo ai domiciliari in quanto accusato di truffa aggravata. Le indagini dei Carabinieri avevano dimostrato che, in circa 20 casi, l’uomo aveva timbrato il cartellino per poi andare al supermercato o al bar e ripresentarsi solo a fine turno per timbrare l’uscita.