Nella notte dello scorso 16 settembre, a seguito di richiesta di intervento tramite il 112, gli operatori della squadra volante hanno effettuato un sopralluogo per una spaccata ai danni di un negozio di telefonia di Via Marsaglia. Giunti sul posto gli agenti hanno constatato il danneggiamento della vetrata di ingresso e la rottura del lucchetto, presumibilmente con arnesi da scasso. I proprietari ha riferito che la merce asportata, diversi telefoni cellulari, casse e altri accessori, ammontava a un valore totale di circa cinquemila euro.
Nell’immediatezza dei fatti gli agenti hanno visionato i frames delle immagini di videosorveglianza dai quali hanno notato due soggetti che, dalle fattezze fisiche, sembravano ragazzi di giovane età.
E’ stata così avviata un’attività di indagine dalla Sezione Investigativa del Commissariato sanremese all’esito della quale, in collaborazione con il Commissariato di Ventimiglia, gli autori del reato sono stati individuati in due minori di 16 e 17 anni residenti nella città di confine.
Considerata la condotta, i precedenti reati contro il patrimonio contro il patrimonio, il modus operandi, la circostanza che il reato fosse stato commesso nelle ore notturne, sussistendo il pericolo di reiterazione di condotte criminose, su richiesta del Commissariato di Sanremo, il Giudice ha disposto per entrambi la misura cautelare del collocamento in comunità.