L’ultimo “esposto” della minoranza conferma che​ il loro unico interesse​ non è quello di lavorare per il bene della nostra comunità, ma di “colpire” personalmente gli Amministratori ed i dipendenti del comune, a discapito dell’immagine del Paese.
E questi ne sono i motivi:
1.​ ​ ​ ​ ​ ​ I casi citati delle auto “abbandonate”, come già a loro comunicato​ (e qui emerge la malafede),​ sono in gestione non al comune ma alla Provincia, che ha attuato le procedure inerenti al caso;​ ​la stessa situazione si era già verificata per la problematica dell’area rifiuti vicino alle scuole, il cui esposto e la comunicazione ai media sono stati fatti dopo che la capogruppo di minoranza era già stata informata dal Sindaco dell’acquisto dell’Isola Ecologica e quindi della soluzione del problema;
2.​ ​ ​ ​ ​ ​ Nelle informazioni già in loro possesso è stato indicato che ci sono sì auto senza assicurazione, ma anche altre in stato di abbandono,​ le cui procedure da applicare sono ben illustrate dalle norme;
3.​ ​ ​La rimozione della maggior parte delle auto eseguita la volta precedente​ ​non è merito del loro esposto, ma di un lavoro precedente degli uffici preposti,​ come da relazione a loro consegnata a suo tempo.
4.​ ​ ​ ​ É ormai assodato che​ ​ la modalità di rapporto di questa minoranza con l’Amministrazione è: prima la denuncia, poi la comunicazione ai giornali e on-line e solo infine (ma non sempre), la richiesta​ scritta di informazioni al Comune.
Non si sono smentiti neanche in questo caso,​ riguardo al quale, ad oggi, ​ in Comune non è ancora pervenuta nessuna nota ufficiale da parte della minoranza.
Questo atteggiamento conferma che il loro unico interesse non è il bene del paese, ma solo quello​ cercare di avere un po’ di visibilità mediatica, e soprattutto di minare l’immagine degli amministratori utilizzando anche la malafede.
Potrebbero esserci, ora ed in futuro, nuovi mezzi abbandonati, come purtroppo accade in tutti i paesi e città ( e l’ Amministrazione mettera’ a bilancio i costi necessari come ha gia’ fatto in passato); sara’ sufficiente segnalarlo agli uffici competenti, se l’interesse è quello di risolvere il problema se si vuole collaborare per il bene del paese.
Per i motivi di cui sopra,​ gli​ uffici verificheranno con un legale se nelle modalità dei consiglieri di minoranza e nei contenuti da loro esposti siano ravvisabili elementi, passibili di denuncia, a tutela degli Amministratori e dei Dipendenti e per salvaguardare l’immagine di Dolceacqua. L’ Amministrazione Comunale