“Si è tenuto oggi, in Regione Liguria, un proficuo Tavolo regionale della Legalità, dove ho presentato alcune proposte che auspico siano approfondite e concretizzate per il prossimo Tavolo di fine novembre”, dichiara Alice Salvatore, capogruppo regionale M5S e membro del Tavolo della Legalità.

“Tra i temi proposti e a cui tengo particolarmente, l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole che, secondo la nuova normativa nazionale, è stata finalmente reintrodotta”.

“I nostri ragazzi dovrebbero imparare innanzitutto il funzionamento dello Stato. Come funziona il Parlamento, chi è il loro Presidente della Repubblica, e come si fanno le Leggi? Non è possibile che un 15enne non sappia chi è il suo Presidente del Consiglio o non sappia cantare il proprio inno nazionale”.

“In Liguria, poi, fondamentale l’educazione ambientale. Dedichiamo ore di scuola a insegnare a fare una corretta raccolta differenziata, facciamo capire come funziona, come l’inquinamento può distruggere il nostro territorio e come tenere pulita una strada. Domani, saranno adulti che non butteranno i materassi sui marciapiedi”.

“Puntiamo sull’educazione sanitaria: quando basta rivolgersi al farmacista e quando ad una guardia medica? Come si usa e come ci si comporta in un pronto soccorso? come si fa a scegliere il medico di base? La buona sanità dipende anche da persone e pazienti educati e preparati. Nel loro interesse”.

“Spieghiamo fino in fondo il codice della strada. I ragazzi hanno l’ansia di prendere la patente. La Liguria è una delle regioni dove si guida peggio: insegniamo una guida sicura, piuttosto che quella veloce, come usare i mezzi pubblici piuttosto che il motorino”.

“E il volontariato: i giovani liguri sono predisposti verso il prossimo. Se anche solo una piccola parte degli studenti considerasse il donare il sangue come una abitudine, come andare al cinema ogni tanto, si ridurrebbero le emergenze sanitarie. Insegniamo il volontariato: facciamo stare i ragazzi con i nonni, con i disabili, con i deboli. Per farli crescere forti”.

“Anche i docenti devono essere preparati. Ho proposto di scrivere un documento con le buone pratiche civiche essenziali, di ambito regionale, cosicché possano essere trasmettesse, attraverso il Tavolo, al personale docente”.

“Ho suggerito infine che la formazione civica e della legalità riguardino anche gli amministratori pubblici con cariche elettive, oltre a dirigenti e funzionari”, aggiunge Salvatore, che poi conclude: “Ho quindi proposto di sfruttare il Tavolo della legalità come Osservatorio per produrre materiale preparatorio, che sarà utile ai futuri componenti della Commissione d’inchiesta antimafia permanente regionale, per la cui istituzione fortemente voluta dal M5S, abbiamo votato a fine maggio in Consiglio regionale con esito unanime e che sarà finalmente costituita con l’apertura della nuova legislatura. In quest’ottica, al Tavolo di fine novembre, porterò le segnalazioni che sto raccogliendo sulla presenza e l’infiltrazione delle mafie in Liguria”.

MoVimento 5 Stelle Liguria