Nella mattinata odierna il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino, ha svolto una serie di incontri istituzionali nel ponente ligure. Accompagnato dal Capo del Compartimento Marittimo di Imperia, Capitano di Fregata (CP) Giuseppe Semeraro e dal Capo del Circondario Marittimo di Sanremo, Tenente di Vascello (CP) Giorgio Domenico Coppola, l’Ammiraglio Pettorino ha incontrato i militari degli Uffici marittimi di Diano Marina, Riva Santo Stefano, Arma di Taggia e Bordighera, visitando gli ambiti portuali ed apprezzando le peculiarità e le caratteristiche del territorio di giurisdizione ove il personale della Guardia Costiera quotidianamente opera. Un’occasione propizia che, al termine di un intenso lavoro sviluppato per l’intera stagione estiva, ha consentito al Comandante Generale di portare la propria vicinanza ed attenzione istituzionale per il prezioso lavoro condotto a livello locale, a tutela della sicurezza della navigazione, dell’ambiente marino, delle risorse ittiche e, più in generale, degli usi civili e produttivi del mare. Un momento importante, quindi, per i Comandi periferici che, nel confine nazionale del ponente ligure, costituiscono punto di riferimento per cittadini ed utenti del mare a presidio delle funzioni di legalità e tutela dell’ambiente, assicurando il puntuale svolgimento delle molteplici funzioni amministrative marittime svolte dalle Capitanerie di Porto. Attraverso un collaborativo ed aperto confronto con i Sindaci incontrati, il Comandante Generale ha avuto modo di approfondire le peculiari realtà delle comunità costiere, per le quali le attività incentrate sul turismo estivo e sul mare in tutti i suoi diversi aspetti rappresentano la principale base delle economie locali. Ai Sindaci l’Ammiraglio Pettorino ha confermato l’impegno del personale della Guardia Costiera, rimesso alla sua guida, in favore della collettività ed a tutela del bene comune. Al Comandante Generale sono stati poi sommariamente illustrati i dati ed i risultati conseguiti nel corso dell’appena conclusa stagione estiva, durante la quale la Guardia Costiera ha garantito, in mare e lungo i circa settantacinque chilometri di costa di giurisdizione del Compartimento Marittimo di Imperia, la sicurezza della balneazione e della navigazione, tutelando, nel contempo, la libera fruibilità delle spiagge.