La Giunta comunale nella riunione di ieri 10 Settembre ha infatti revocato la proroga concessa dalla ex amministrazione Ioculano. Le motivazioni della scelta sono spiegate nella delibera che vi riportiamo integralmente:

CITTÀ DI VENTIMIGLIA

(PROVINCIA DI IMPERIA)

VERBALE DI DELIBERAZIONE

DELLA GIUNTA COMUNALE

n. 188 del 05/09/2019

OGGETTO: REVOCA DELLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N° 134

DEL 03/05/2019 AVENTE AD OGGETTO: “SCUOLA FRANCESE E

UFFICIO CONSOLARE. PROPROGA COMODATO D’USO LOCALI DI

PIAZZA XX SETTEMBRE”.

L’anno duemiladiciannove addì cinque del mese di settembre alle ore 15:00 nella

solita sala delle riunioni della Residenza Municipale, in seguito a regolare

convocazione avvenuta nei modi e nei termini di legge, si è riunita la Giunta

Comunale nelle persone dei Signori:

N. Cognome e nome Presente Assente

1 SCULLINO GAETANO Sindaco X

2 BERTOLUCCI SIMONE Vice Sindaco X

3 ASCHERI GIOVANNI Assessore X

4 PANETTA TIZIANA Assessore X

5 DE VILLA MATTEO Assessore X

6 RIOLFO MABEL Assessore X

Partecipa il Segretario Generale Dott. Antonino Germanotta il quale provvede alla

redazione del presente verbale. Essendo legale il numero degli intervenuti il Gaetano

SCULLINO nella sua qualità di Sindaco, assume la presidenza e dichiara aperta la

seduta per la trattazione dell’oggetto indicato.

2

Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il

documento cartaceo e la firma autografa

LA GIUNTA COMUNALE

VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n. 134 del 23/05/2019, esecutiva, avente ad

oggetto: “Scuola francese e ufficio consolare. Proroga comodato d’uso locali di piazza XX

Settembre” con la quale è stato confermato il rilevante interesse pubblico alla continuazione

dell’attività di Scuola francese e Ufficio Consolato e conseguentemente concesso la proroga del

comodato d’uso gratuito per l’utilizzo di una porzione dell’ex Liceo Classico di piazza XX

Settembre, censito a catasto al fg. 65 mapp. 52, corrispondente ai locali attualmente occupati dalla

Scuola materna ed elementare del Comune di Mentone e dei locali utilizzati come uffici consolari

onorari (il piano terra – escluso l’ingresso su via Hanbury, tutto il primo piano e parte del secondo

piano), a favore del Comune di Mentone per la durata di cinque anni, fatta salva comunque la

possibilità di risolvere anticipatamente il contratto con preavviso di mesi sei, a richiesta della

società Civitas S.r.l. in liquidazione, a cui l’immobile è stato a suo tempo conferito, ed approvata,

infine, la bozza di contratto;

PRESO ATTO della richiesta dell’amministrazione diretta ad acquisire ulteriori elementi di

giudizio con particolare riferimento alla sussistenza dell’equilibrio economico-finanziario della

proroga del contratto nella forma del comodato d’uso gratuito per ulteriori 5 anni;

VISTA la nota del 2 luglio 2019 prot. 29366 a firma del dott. Arch. Marco Marchesi che a seguito

di approfondimento istruttoria evidenzia l’opportunità e la necessità di disporre di un planning

economico-finanziario che tenga conto dei contratti in essere che vedono coinvolto il Comune di

Mentone e poter congruamente valutare, alla luce di un quadro economico generale, il permanere

del reale equilibrio dei rapporti in corso;

VISTA, altresì, la nota del 14 agosto 2019 trasmessa dal nuovo liquidatore della Società Civitas

S.r.l. in liquidazione, dott. Albino Dicerto, che richiamando la direttiva ricevuta dall’Assemblea

della società tenutasi in data 29 luglio 2019 evidenzia riserve sulla modalità di concessione

dell’immobile attraverso l’istituto del comodato gratuito preannunciando l’impossibilità di

mantenere l’assenso, già acquisito dal precedente liquidatore, al perfezionamento del contratto di

comodato nella forma indicata;

RITENUTA, pertanto, la necessità di acquisire ulteriori elementi istruttori e di giudizio in ordine

alla tematica di cui si discute;

VISTO il vigente Statuto dell’Ente;

VISTA la deliberazione del Consiglio Comunale n° 60 del 06/12/2018, esecutiva, con la quale è

stato approvato il Bilancio di Previsione 2019/2021;

VISTA la deliberazione di Giunta Comunale n° 294 del 21/12/2018, esecutiva, di approvazione e di

assegnazione del P.E.G. 2019/2021;

ACQUISITI i pareri favorevoli di cui agli artt. 49 e 147 bis del D.lgs. 267/2000, alla presente

allegati, espressi per la regolarità tecnica dal Segretario Generale Dott. Antonino Germanotta e per

la regolarità contabile dal Dirigente dell’Area Amministrativa Finanziaria e Sociale;

CON VOTI favorevoli unanimi, resi ed espressi per alzata di mano, anche e successivamente, in

ordine all’immediata eseguibilità del presente provvedimento, ai sensi dell’art. 134, comma 4, del

D.Lgs. 267/2000;

3

Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il

documento cartaceo e la firma autografa

DELIBERA

1) DI REVOCARE, per i motivi esposti in narrativa, che qui si intendono integralmente

riproposti, la Deliberazione di Giunta Comunale n° 134 del 23/05/2019;

2) DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134,

comma 4, del T.U.E.L. approvato con Decreto Legislativo n. 267 del 18 agosto 2000.

Letto, confermato e sottoscritto digitalmente.

IL SINDACO

Gaetano Scullino /

Di seguito le precisazioni dell’Architetto Marchesi

Oggetto: Deliberazione di G. C. n. 134 del 23/05/2019 “Scuola francese e ufficio consolare. Proroga comodato d’uso locali di piazza XX settembre”. Precisazioni.

A seguito della richiesta dell’Amministrazione intesa ad acquisire ulteriori elementi di giudizio con particolare riferimento all’equilibrio economico finanziario della proroga del contratto di comodato d’uso dei locali della scuola francese si precisa quanto segue:

in realtà va rilevato che la convenzione, in corso di validità col Comune di Mentone per lo smaltimento reflui presso il depuratore francese, risulta di molto modificata in relazione agli esiti, soprattutto economici, rispetto a quanto già concordato nell’anno 2007.

In particolare con la realizzazione e messa in servizio nell’anno 2011 della nuova fognatura del ponente, che ora convoglia i reflui della vallata del rio Latte e di gran parte di Mortola al civico depuratore di passeggiata A. Varaldo, l’apporto di reflui delle frazioni del ponente (Grimaldi e parte di Mortola Superiore) presso il depuratore di Mentone si è ridotta da una media di 236.000 mc annui ad una media di 47.000 mc.

La riduzione dei flussi è quindi stimabile nell’80 % circa, seppure legata alle precipitazioni e quindi all’andamento dei fenomeni climatici, ma la riduzione pare assestata almeno dall’anno 2015.

Si rileva altresì che dall’anno 2008 sono stati affidato altri locali alla scuola francese, posti al secondo piano dell’edificio, sino ad occuparlo, con il benestare delle amministrazioni e della CIVITAS Srl, quasi per intero; ovviamente anche questo fatto comporta un ulteriore sbilanciamento delle partite economiche riferite ai rapporti tra il comune di Mentone ed il comune di Ventimiglia a favore dell’Ente francese.

Pare quindi opportuno, come già avvenuto al momento della redazione degli accordi nell’anno 2007, predisporre un planning economico che consideri le varie partite, sia da parte italiana che francese per valutare il reale sbilanciamento a favore di Mentone maturatosi dall’anno 2008 sino ad oggi.