A metà giugno, quando era in gita a Cremona con una scolaresca delle Medie Ollandini dell’Istituto Don Bosco di Alassio, un prete, supplente di musica, era finito in ospedale per un’overdose per un mix di cocaina ed altre sostanze psicotrope. Nei confronti del sacerdote, che sino a un paio di anni fa era responsabile di una parrocchia nell’entroterra dianese e che in passato era stato accusato di aver palpeggiato una ragazza per strada, è scattata la sospensione da ogni incarico a contatto con fedeli. Ora il prete seguirà un programma riabilitativo con la fase del recupero terapeutico, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.