E’ stato bloccato questa mattina dalla Polizia Ferroviaria di Ventimiglia, a seguito di un controllo congiunto con l’Esercito Italiano, un cittadino marocchino successivamente fermato in relazione al ritrovamento del cadavere carbonizzato all’interno di un casale abbandonato dato alle fiamme in Località Casale D’Argile a Bologna.
L’uomo, privo di documenti, è stato rintracciato dai poliziotti a bordo del treno in partenza per Grasse (Francia) a seguito della nota di ricerca diramata dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Bologna.
Lo straniero, con precedenti penali ,non ha opposto resistenza ed ha seguito gli agenti negli uffici di polizia dove, su indicazione della Procura della Repubblica di Imperia, è stato sottoposto a fermo per identificazione, in attesa del provvedimento restrittivo.
La sinergia operativa tra Carabinieri e Polizia, con l’attivazione immediata delle ricerche e la veicolazione tempestiva delle informazioni, ha consentito di intercettare il ricercato prima che superasse il confine.
Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna.