Nella giornata di ieri, i Carabinieri di Sanremo hanno svolto un servizio a largo raggio finalizzato al controllo dei detentori, a qualsiasi titolo, di armi e munizioni. I militari impiegati, fin dalle prime ore del mattino, hanno eseguito dei controlli nelle abitazioni dislocate su tutto il territorio di competenza denunciando un sanremese classe 60, censurato, trovato in possesso di un fucile ad aria compressa in grado di sviluppare una potenza superiore a 7,5 joule ovvero oltre il limite consentito dalla legge. Durante il servizio, a S. Stefano al Mare, i Carabinieri hanno denunciato un anziano classe 31, poiché trovato in possesso di una pistola beretta cal. 6,35 e circa 50 proiettili legalmente detenuti avendo omesso di dichiarare lo spostamento del luogo di detenzione dell’arma (in passato l’uomo riesiedeva a Milano). La pistola era occultata sotto il cuscino della camera da letto e presentava il “colpo in canna” motivo per il quale il detentore è stato anche denunciato con l’accusa di omessa custodiadell’arma.
Tutte le armi e le munizioni sono state sequestrate in attesa delle disposizioni dell’Autorità Giudiziaria.