Zied Yakoubi, 32enne algerino accusato di aver tentato di violentare Alena Sudakova, 22 anni, (precipitata dalla scogliera a Capo Nero per sfuggire al tentati di violenza) è tornato completamente libero. Una decina di giorni fa era stato scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare ed era stato disposto il trasferimento nel Centro di Permanenza e Rimpatrio di Torino. Il suo legale ne ha ottenuto la revoca e Yakoubi è tornato libero. Per l’accusa di tentata violenza sessuale e lesioni aggravate il 32enne dovrebbe comparire davanti al Gup di Imperia il 17 gennaio 2020, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.