Siamo indignati dalle parole del vicesindaco Bozzarelli, parole di una bassezza morale e scorrettezza istituzionale unica.
Il vicesindaco che specula politicamente su una vicenda tragica su cui la magistratura sta ancora indagando e non è ancora arrivata a conclusioni, se non una: gli amministratori del Partito Democratico non sono colpevoli di quanto accaduto.
In questi giorni, in cui per la festa dell’unità la comunità democratica di Bordighera si è riunita, dalla nostra bocca non è uscita nessuna parola contro l’attuale maggioranza e nessuna generalizzazione sui comportamenti e frequentazioni di alcuni consiglieri. Noi non accusiamo senza prove, questa è la nostra concezione di democrazia. Invece noi veniamo definiti come “mercanti di bambini”, lo troviamo inaccettabile e faremo tutto il possibile per tutelarci da queste accuse infamanti.
Il Partito Democratico a Bordighera è stato votato da quasi 900 persone, ha ottenuto il 20% e il vicesindaco dovrebbe rappresentare anche noi, invece di insultarci.
Attendiamo una presa di posizione del sindaco, le scuse e le dimissioni del vicesindaco che non ci rappresenta e non rispetta una parte consistente della comunità bordigotta.

Pd Bordighera