Nella suggestiva cornice del borgo medioevale di Dolceacqua, Il Centro Culturale di concerto con il Comune hanno promosso l’organizzazione di uno spettacolo artistico di particolare bellezza dedicato a “Le Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi, indiscutibile capolavoro prodotto dalla vena musicale e dal talento del compositore e violinista veneziano. Come è noto si tratta di quattro concerti distinti, scritti sulla scorta di altrettanti sonetti e ispirati ciascuno ad una stagione dell’anno. Fanno parte dell’opera denominata “Il Cimento dell’Armonia e dell’Inventione” e costituiscono uno dei primissimi esempi di musica descrittiva.
L’appuntamento con il pubblico (ingresso a libera offerta) è fissato per oggi domenica 18 agosto alle 21 nella centrale piazza Mauro.
Protagonisti della serata il Quartetto Gli ArchInsoliti, ensemble già conosciuto e stimato per alcune precedenti esibizioni al Castello dei Doria, e gli attori del Teatro dell’Albero di San Lorenzo al Mare. Ai musicisti l’onore di eseguire le musiche di questa gemma preziosa del repertorio vivaldiano e agli attori, attraverso la lettura dei sonetti introduttivi nonché di altre liriche tratte da vari poeti classici e contemporanei dedicate anch’esse alle stagioni dell’anno, di far rivivere – in una raffinata armonia di suoni e di voci – l’incanto dell’opera più conosciuta e apprezzata di Antonio Vivaldi.
Gli ArchInsoliti: Cristina Silvestro e Vincenzo Città (violini) – Winneford Potter (viola) – Giancarlo Bacchi (contrabbasso).
Il Teatro dell’Albero di San Lorenzo al Mare: Franco La Sacra – Loredana De Flaviis – Paolo Paolino
Introduzione e selezione testi poetici e letterari: Anna Maria Costanzo