Stamani l’impeto di un’onda ha divelto il vetro e la plancia di un motoscafo a bordo del quale c’era una famiglia di turisti stranieri. Il conduttore dell’unità, ferito a causa dell’evento ed impossibilitato a governare l’imbarcazione ha contattato la Guardia Costiera che è intervenuta, sotto il coordinamento della sala operativa di Imperia, con la motovedetta CP864 partita dal porto di Sanremo. L’equipaggio era composto dall’uomo traumatizzato, che ha riportato fratture craniche ed alle costole, illesi i restanti membri due donne e una bambina, tutti tratti tempestivamente in salvo dalla motovedetta che, dopo aver trasbordato i diportisti li riportava nel porto di Sanremo affidando le persone soccorse alle cure mediche del locale nosocomio. Nel frattempo a bordo dell’unità sinistrata, che a causa della forte intensità del moto ondoso e della completa avaria ai comandi, rischiava di infrangersi sulla scogliera frangiflutti antistante Bordighera, sono rimasti due militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo ed un ormeggiatore di Portosole che, dirottando sul posto uno yacht già nelle vicinanze, riuscivano ad evitare l’impatto con la scogliera, e quindi il verosimile affondamento dell’unità con immaginabili conseguenze ambientali e rischi per la sicurezza della navigazione. Le difficili e delicate operazioni di rimorchio, assistite nelle fasi finali dalla motovedetta CP864 della Guardia Costiera di Sanremo , si sono da poco concluse con l’arrivo del convoglio nel Porto di Sanremo dove proseguiranno le verifiche dell’Autorità Marittima per accertare le cause e le dinamiche dell’evento.