“Tu sporchi la divisa che indossi” è l’assurda frase rivolta a un volontario della Croce Rossa di Loano (Savona), un migrante del Ghana. Umar Nuri, 25 anni, stava regalando gadget della Croce Rossa ad una sagra. “Per diventare volontario ha compiuto un percorso di 6 mesi che ha compreso corsi, esami e tirocinio – spiegano dalla Corce Rossa – È un lavoratore, che passa il suo tempo libero aiutando le persone sempre con il sorriso. Quella frase offende tutti noi”. “Frasi insensate e di una gravità assoluta. La storia di Umar è un perfetto esempio di integrazione e un modello di comportamento per tutti” dice il sindaco Luigi Pignocca.