Restano gravi le condizioni del ragazzo francese di 12 anni, in vacanza in Liguria con la famiglia, colpito da un bidone dell’immondizia lanciato da 20 metri di altezza sulla spiaggia in cui dormiva in una tenda. “La prognosi resta riservata e il paziente è in osservazione in terapia intensiva pediatrica per la valutazione dell’evoluzione dello stato di coscienza e del possibile danno neurologico conseguente al trauma” spiega la direzione sanitaria dell’Istituto Gaslini. Proseguono le indagini dei carabinieri di Noli e di Savona per risalire agli autori del lancio del cassonetto.