Un infermiere 32enne, originario di Imperia, ora residente a San Damiano d’Asti, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio e coltivazione di sostanze stupefacenti. Nella sua casa i Carabinieri di San Damiano e del Nucleo Operativo di Villanova d’Asti hanno scoperto una “stanza segreta” adibita a serra per coltivare marijuana e ricavata in un’intercapedine presente nel seminterrato dell’abitazione e celata dietro una porta in legno. All’interno della piccola stanza, cui si accedeva attraverso un lungo corridoio sotterraneo, infatti, sono state trovate 5 buste in cellophane chiuse sottovuoto contenente grammi 50 l’una di marijuana ed una scatola di cartone con all’interno ulteriori 250 grammi della medesima sostanza nonchè il necessario per la vendita e la coltivazione della droga: bilancini di precisione, lampade alogene, aeratori, impianto di irrigazione, vasi, terriccio e fertilizzanti. Coinvolto nell’operazione anche il convivente dell’arrestato, un 29enne originario di Moncalieri, che al momento dell’irruzione si trovava fuori casa per motivi di lavoro. Al termine delle operazioni di polizia giudiziaria il 32enne è stato arrestato e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.