Un 50enne imprenditore del ponente savonese è stato arrestato dalla Finanza di Albenga con l’accusa di bancarotta fraudolenta e documentale. L’uomo, per le Fiamme Gialle, faceva sistematicamente fallire aziende di abbigliamento e intestate a dei prestanome distraendone i beni a favore di altri negozi sempre amministrati di fatto da lui. Quattro in totale le aziende fallite, tre savonesi (tra Loano e Alassio) e una lombarda, su cui si sono concentrati gli uomini della Finanza: oltre 1,3 milioni di euro la somma distratta in modo fraudolento dalle casse delle società.