“Siamo alle fasi finali- afferma Patrizia Taricco – presidente cittadina di Confesercenti- della realizzazione del nuovo approdo turistico a Ventimiglia. Opera di estrema importanza e vitale per la nostra città, capace di dare un impulso positivo alla nostra economia”.
“Oggi , però- prosegue Sergio Scibilia- segretario provinciale – siamo preoccupati dei ritardi sulla realizzazione del villaggio residenziale a monte del porto, inserito nel progetto originario e legato direttamente nel piano di sviluppo dell’approdo turistico. Ad oggi i lavori non sono iniziati, siamo in forte ritardo rispetto al cronoprogramma approvato dal Comune. Tra un anno il porto verrà inaugurato – conclude Scibilia-con il rischio di avere la collina a monte in totale disordine ed abbandono”
“ Abbiamo chiesto al Comune- aggiunge Taricco- notizie dei progetti di realizzazione di nuovi alberghi alla Marina San Giuseppe , un quartiere di alto interesse ambientale e storico, una realtà importante per la città.
Siamo interessati al recupero edilizio di tutto il quartiere marino, alla sistemazione definitiva di piazza Marconi e della passeggiata mare, al rinnovo dell’arredo urbano.
Un zona ci sono un hotel, tre stabilimenti balneari e diversi bar e ristoranti che da anni soffrono i disagi dei lavori, ora vedono il sole all’orizzonte e sperano in un ritorno alla normalità.
Il nuovo porto sarà una “ bomba” positiva , porterà benefici diretti, ma il contorno deve essere dello stesso livello.
Le polemiche di questi giorni intorno ai nuovi possibili investimenti, ci preoccupano, a fronte di molti discorsi ma pochi fatti concreti.
Confesercenti – conclude Taricco-ha già espresso le proprie posizioni in vari incontri con il Sindaco di Ventimiglia ed i suoi collaboratori “