A Mentone è stata firmata la “Carta per la tranquillità” con l’intento di proporre un compromesso tra animazioni e rispetto per i residenti e turisti. Il Municipio e i gestori dell’Unione di ristoratori e caffetterie di Mentone e della regione di Mentone hanno firmato una “carta di qualità, tranquillità e sfruttamento di dominio pubblico”. L’obiettivo è di ridurre l’inquinamento acustico in città e di fare in modo l’intrattenimento si svolga nel rispetto del vicinato. Nella zona 1 (Cocteau Parvis, Sea and Sun Promenade, Sablettes, Harbors e Bennett Quay) saranno accettate emissioni sonore moderate. Nel resto della città (zona 2) il rumore sarà tollerato solo a bassa intensità. Spetterà agli agenti della Polizia Municipale misurare i decibel senza creare problemi alle persone. Il suono sarà notevolmente ridotto entro le 22.30 e fermato a mezzanotte e mezza. Nella zona 1, la musica amplificata sarà consentita tre sere a settimana. Nella zona 2 due volte. I locali pubblici si organizzeranno per evitare di organizzare intrattenimenti musicali nello stesso posto, allo stesso tempo, come scrive “Nice Matin”.