Si è chiuso con 8 condanne il processo per il concorso truccato a Rivieracqua. Le pene più severe sono state emesse nei confronti di Gabriele Saldo, ex direttore generale, e di Federico Fontana, presidente della commissione esaminatrice, condannati rispettivamente a due anni e ad un anno e 8 mesi. Un anno e 4 mesi per Fabio Cassella, candidato di Diano Marina che vinse il concorso grazie alle domande ottenute prima della prova. Un anno ciascuno per Giorgio Negro, Flavia Carli, Guido e Marco Filippi e Francesca Mangiapan, come scrive Giulio Gavino su “La Stampa”.