Il pm Paola Marrali ha fatto aggiungere due aggravanti al capo d’imputazione per omicidio colposo che grava sui due ex bagnini del “Papeete Beach” di Imperia, Aldo De Notari e Caterina Pandolfi. Si tratta dell’omessa dotazione della strumentazione e della mancata analisi dei fondali e delle correnti nella baia. La vicenda riguarda la morte del dianese Mauro Feola, annegato 4 anni fa nella spiaggia libera vicina al Papeete. L’uomo si gettò in acqua per soccorrere il figlio riuscendo a salvarlo, ma purtroppo fu poi riportato a riva privo di vita, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.