Il tribunale di Imperia ha condannato a 2 anni con l’accusa di falsità in testamento olografo Salvatore Lucia, ex autista delle sorelle Caterina e Rosa Maria Berio, morte nel 2008, lasciando un’eredità di 15 milioni di euro tra immobili e terreni appartenenti al patrimonio Agnesi, storico pastificio imperiese. Salvatore Lucia, che diceva di essere in possesso di un testamento olografo da Rosa Maria, rivendicava il 50% dell’eredità. Pietro Agnesi, cugino alla lontana delle due sorelle, afferma di essere in possesso dei testamenti di Caterina e Maria Rosa, antecedenti a quello di Lucia. Quest’ultimo è stato condannato anche sulla base di una perizia grafologica.