La crescente e giustificata esasperazione di cittadini e visitatori per l’inquinamento acustico di Bordighera testimonia che quanto fatto ad oggi per alleviarlo e’ o insufficiente o inefficace. In risposta all’Interpellanza di Civicamente Bordighera presentata in Consiglio Comunale il 26 giugno 2019, il Vicesindaco ha ammesso: “Lei ha ragione, i cittadini hanno ragione, noi dobbiamo impegnarci”.

Ricapitoliamo qui quanto emerso in Consiglio Comunale per far sapere al pubblico che cosa monitorare verso l’auspicata soluzione del problema.

L’Interpellanza era indirizzata ai problemi di rumore e degrado causati dai motociclisti che hanno fatto di Via Romana e Via dei Colli un circuito di gare notturne con sosta “ristoratrice” al Belvedere del Carillon. Al nostro suggerimento di implementare come in altre citta’ italiane controlli su strada con ispezioni delle marmitte dei motorini, seguite da misurazioni del rumore da parte di officine autorizzate, ed eventualmente pesanti sanzioni e confisca dei mezzi, il Vicesindaco ha risposto che questo si fa anche a Bordighera…..Qui rimaniamo perplessi: perche’ Bordighera non ha risultati? La probabile risposta e’ sempre la stessa: I controlli non si fanno, o non sono sistematici.

Ma nasce un poco di speranza nell’apprendere che la Polizia Municipale di Bordighera avra’ in forza per l’estate 4 agenti addizionali, ed istituira’ un turno serale-notturno. Da questo ci aspettiamo che uno o piu’ vigili del turno serale ricevano il mandato di controllare sistematicamente velocita’ e rumore dei motocicli; il numero delle sanzioni indichera’ l’impegno ad eseguire i controlli. Inoltre, il Sindaco ha condiviso con il Consiglio Comunale il suggerimento del Prefetto di Imperia di identificare nel regolamento di Polizia Municipale aree cittadine che meritano speciale tutela, e permettono percio’ alle forze dell’ordine di intervenire con sanzioni e allontanamento contro chi crea disturbo in tali aree. Presenteremo una Mozione per aggiungere la Via dei Colli e il Belvedere del Carillon alle zone identificate nel cosiddetto DASPO Urbano votato dal Consiglio Comunale di Bordighera il 5 Febbraio 2019.

Difendere cittadini e visitatori dall’inquinamento acustico che diminuisce la qualita’ della vita e’ richiesto dalla legge dello Stato (legge 447/1995), e dallo Statuto della Citta’ di Bordighera (art. 5). Ci sara’ riconoscenza per un’Amministrazione che perseguira’ gli obiettivi di legge con misurabile successo.

Mara Lorenzi per Civicamente Bordighera