Nelle Marche un omaggio alla figura di Libereso il 29 e 30 giugno con la presentazione del suo ultimo libro: “Il diario di un giardiniere anarchico”.

Previsto anche un intervento del giornalista Claudio Porchia al convegno sulla Dieta Mediterranea.

Omaggio a Libereso  in occasione della 8 edizione di Lavandaso, che si presenta particolarmente ricca, un grande contenitore di eventi che possono soddisfare diversi gusti. Il tutto si svolge in un piccolo borgo, meraviglioso e sconosciuto, della Valdaso: Monte Vidon Combatte. La festa comincerà sabato 29, alle 16, con un convegno sulla Dieta Mediterranea dove verranno sviluppati gli elementi distintivi che caratterizzano la definizione data dall’UNESCO a cui è stato invitato il giornalista ligure Claudio Porchia. Seguirà la cena, a cura della Proloco, con un menù fatto con prodotti esclusivamente presi dai piccoli produttori locali. La domenica si aprirà alle 10, in un borgo antico addobbato di lavanda, con un mercatino di lavanda, produzioni agricole e artigianato locale che merita veramente di essere visitato. Seguiranno laboratori e dimostrazioni: quello sull’artigianato locale, sulla lavorazione della lavanda, sulla sua distillazione e sul suo collegamento con la cosmesi e l’artigianato. Dimostrazioni sulla cucina con piatti tipici di terre lontane come il Giappone, l’Azerbaijan, l’India, il Ghana, la Romania. Uno spazio sarà dedicato ad un giornalista, scrittore e gastronomo di Sanremo, Claudio Porchia, che parlerà di un personaggio affascinante, Libereso Guglielmi, scomparso recentemente, grande botanico che ha ispirato Italo Calvino per il suo libro “Il barone rampante”. Alle 21,30 con il concerto “A lume di candele e profumo di lavanda” di flauto e arpa. Una giornata unica, DA NON PERDERE, che ci aiuta a riscopriremo la bellezza di un piccolo e meraviglioso borgo rurale dell’entroterra marchigiano!