L’appuntato dei Carabinieri Massimo Andrea Masala, in servizio a Lunamatrona (Oristano) si è tolto la vita, dopo aver testimoniato, il 20 giugno, a Imperia nel processo a carico di Gianfranco Cabiddu, marito dell’ex procuratore capo della Repubblica di Imperia Giuseppa Geremia, e di David Egidi, ex comandante dei Carabinieri di Imperia. Entrambi sono accusati rispettivamente di falso e abuso d’ufficio in relazione alla vicenda della sospensione della patente di Cabiddu che non aveva più punti sulla patente. L’uomo ha lasciato una lettera di addio e scuse a familiari e colleghi in cui fa riferimento alla vicenda giudiziaria.