A Vallecrosia i consiglieri comunali di minoranza, Perri e Quesada rispondono all’assessore Fazzari in relazione alla querelle sulla”Festa della Musica” in programma stasera. “Un assessore con poche risposte concrete. Crediamo che il sindaco abbia fatto un’ottima scuola anche ai suoi assessori, in questo caso all’assessore Fazzari, in merito al fatto che non riescono ad essere obiettivi quando  rispondono alle minoranze.La loro abitudine è quella di non dare una risposta chiarificatoria oppure una risposta che abbia un senso. Bensì preoccuparsi di dire che la colpa è di qualche d’un altro e in questi casi sempre puntando il dito sui funzionari o sulle forze dell’ordine che sono sempre a disposizione”. “Caro assessore Fazzari -continuano Quesada e Perri – Le risposte che ci hai dato puntuali, sono risposte che non lasciano nessun segno e non hanno alcun fondamento. Il cantiere si poteva aprire una settimana dopo. Visto che è rimasto 4 mesi fermo e poter dare la possibilità ai genitori che ancora portano i figli a scuola di non avere questo ingombro e questo disagio. Per quanto riguarda il parcheggio ex Area Molinari sarebbe bastato fare l’asfalto con qualche giorno di anticipo ed aprire il parcheggio anche per l’utilizzo di coloro che vanno in spiaggia. La via Don Bosco si sarebbe potuta ripristinare  a doppio senso in maniera temporanea per l’evento e per i lavori. 
Questi crediamo siano ragionamenti corretti per evitare disagi. Ciò non significa che a Vallecrosia non si debba organizzare nulla, anzi si deve organizzare tanto ma quando si organizza bisogna pensare a tutte le possibili dinamiche per rendere la città sicura transitabile è facile da raggiungere”. “Non crediamo che come minoranza – dichiarano Perri e Quesada – abbiamo detto cose illogiche, ma abbiamo dato nuovamente delle indicazioni, delle proposte che questa amministrazione, sindaco, giunta e maggioranza dicono sempre di voler ricevere da parte nostra ma che poi le prendono come un attacco, come una polemica e non come proposte costruttive da parte di  consiglieri con più anni di esperienza in ambito amministrativo che potrebbero soltanto arricchire il vostro  bagaglio culturale amministrativo, evitando di fare delle scelte sbagliate per la città”.