Fabio Frizzi, compositore italiano legato particolarmente al cinema e alla fiction televisiva, torna sul podio della direzione sinfonica, l’8 di agosto al Teatro Ariston di Sanremo (ore 21.30), incontrando l’Orchestra Sinfonica di Sanremo (con ben 80 elementi), con cui ha collaborato a lungo negli anni ’90.
Ora, come allora, il programma del concerto è in stretta connessione con il mondo amato e interpretato da Frizzi nella lunga carriera: la colonna sonora cinematografica (https://www.imdb.com/name/nm0006088/). Nell’ambito di una rassegna dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, dedicata al rapporto artisticamente virtuoso fra l’Italia e gli Stati Uniti, è nata l’idea di “Cinecittà incanta Hollywood” uno spettacolo che tende a sottolineare l’attrazione e la simpatia che molti compositori italiani hanno riscosso e riscuotono fra gli artefici del cinema americano. Quindi musiche di Rota (“Il Padrino”, “Il Gattopardo”, “Romeo e Giulietta” e una sventagliata di temi Felliniani) di Ortolani (“Cristoforo Colombo”), di Piovani (“Good morning Babilonia”) di Rustichelli (“Signore e signori”, “Il ferroviere”). E anche alcune partiture di Fabio Frizzi, che raccontano da dove parte e come si è sviluppata questa sua attrazione fatale con la realtà produttiva Made in Usa.