Si svolgerà oggi, sabato 15 giugno, a Trucco (piccola frazione nell’entroterra ventimigliese) il Festival delle Corali parrocchiali giunto alla sua undicesima edizione, patrocinato anche quest’anno dal Comune di Ventimiglia.
Non è una competizione fra cori, bensì un’occasione di incontro.
E’ forse questa la particolarità del Festival di Trucco che inizia volutamente con una cena condivisa nella piazza parrocchiale, allestita con tavoli e panche per ricevere circa 200 persone, dove ogni famiglia e/o singolo porta le cibarie da casa (ma anche se non si porta nulla si condivide), cena insieme in uno spirito di comunità, offrendo/ricevendo dal vicino qualcosa di buono, oltre al sorriso che spontaneamente rimbalzerà tra i tavoli, come ci ha insegnato Franca Remotti Migliori ideatrice di questo incontro e che certamente verrà ricordata.
E tra un bicchiere di buon vino e una torta verde fatta in casa, gustati in armonia, ci si prepara ad accogliere i Cori che solitamente svolgono il loro servizio nelle funzioni liturgiche.
Al Festival partecipano numerose corali parrocchiali, con bravi musicisti e bellissime voci, con l’esecuzione di brani non per forza liturgici… ma sicuramente legati al tema.
Per l’edizione 2019 il tema è “TUTTI UNO chicchi di frumento per un unico pane”: prende il titolo da una canzone di Giosy Cento, cantautore e sacerdote che riesce a coniugare preghiera ed azione.
Oltre al Coro di Trucco, parteciperanno le Corali provenienti da Ventimiglia (San Secondo), Airole, Vallecrosia (San Rocco), Sanremo (Angeli di Pace, Poggio, San Martino), Taggia (Convento dei Domenicani).
E a proposito di azioni, all’interno del programma musicale ci sarà la preziosa testimonianza della CARITAS INTEMELIA e DIOCESANA che attraverso un caro amico racconterà delle iniziative di assistenza/condivisione per le famiglie bisognose, soprattutto di generi di prima necessità come il pane (Emporio Solidale e non solo).
Appuntamento oggi alla Parrocchia di Trucco (statale 20) ore 19.30 per la cena condivisa e ore 21 per il Festival delle Corali.
Prezzo da pagare: null’altro che la gioia di mettersi in gioco e condividere una serata in compagnia di vecchi e nuovi amici, in un clima di semplicità e canti eseguiti con il cuore.