La scorsa notte la Volante della Polizia di Stato e la Gazzella dell’Arma dei Carabinieri hanno portato a termine, uno dopo l’altro, due interventi.
Entrambe le pattuglie si trovavano ad Ospedaletti verso l’una di notte e sono intervenute per sedare una violenta lite scoppiata tra una coppia in grave stato di alterazione alcolica.
Terminato l’intervento, la Sala Operativa dell’Arma ha segnalato un furto in atto presso uno stabilimento balneare situato sulla Passeggiata Soulac Sur Mer di Ospedaletti e gli operatori delle due forze di polizia si sono portati insieme sul posto, dove due giovani hanno indicato due stranieri di origine nordafricana che si erano appena allontanati con borse di plastica a bordo di due bici sulla pista ciclabile in direzione della galleria che conduce a Sanremo.
Le due persone sono state intercettate e fermate subito dopo ancora all’interno della galleria.
I richiedenti hanno riconosciuto immediatamente i due uomini e le loro bici. Secondo la ricostruzione dei fatti fornita, alle 2 di notte, i due giovani testimoni hanno visto due stranieri in bici fermarsi davanti ad uno stabilimento balneare ed introdursi furtivamente all’interno. Dopo aver chiamato il 112 sono rimasti nei pressi e dopo poco hanno notato i due uomini uscire con delle bottiglie in mano e allontanarsi con le bici. Subito dopo sono arrivati i due mezzi delle forze di polizia che hanno iniziato l’inseguimento.
Dal sopralluogo effettuato nei locali dello stabilimento è emersa l’effrazione del lucchetto della finestra e della porta di ingresso della struttura, oltre ad un gran disordine nella zona della cassa, risultata aperta e priva di denaro. Nei pressi dell’ingresso gli agenti hanno trovato una forcella di bicicletta abbandonata, verosimilmente usata per forzare l’ingresso.
I due stranieri avevano con sé una cassa con 17 bottiglie di birra, due bottiglie di vino (di cui una aperta), denaro per un totale di quasi 300 €, di cui 112 € in monete e uno zaino contenente un cacciavite e due paia di pinze.
Contattata la proprietaria del chiosco, questa ha confermato che la somma di denaro trovata sulla persona dei fermati corrispondeva a quanto da lei lasciato la sera prima come fondo cassa. I malfattori, gravati da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso.