La Lega Ligure vero movimento autonomista confluisce nella famiglia del Grande Nord e saluta la vittoria di Biancheri per le amministrative di Sanremo.

Quando la Lega Ligure, ormai confluita nel grande Nord, disse che sarebbe stato importante puntare su rappresentanti legati più’ strettamente al territorio, il Metternich della Lega della provincia di Imperia , tal Alessandro Piana, ci rispose che non gliene fregava una “cippalippa”, congratulazioni al signor Piana dopo Imperia ha perso anche Sanremo, glielo dicevamo Noi che non si può’ contrabbandare il Fernet Branca con un vil tamarindo.
I Sanremesi hanno dato prova della loro tradizionale sagacia non votando il Tommasini e premiando la moderazione di Biancheri, col quale ci congratuliamo.
Se i dirigenti sanremesi della Lega, quella ormai della deriva nazional – centrista , che hanno dimenticato le autonomie regionali, sono i maggiori sconfitti di questa tornata elettorale dopo essersi cullati tutti, compresi gli alleati, di essere saliti sul “Carroccio” del vincente.
Salutiamo la sagacia di scelta del dottor Olmo Romeo, oggi rimasto con ulla in mano, folgorato sulla strada di Via Bellerio, che nulla ha guadagnato dalla sua decisione di correre per Salvini.
Oggi, sappiamo pure della disgrazia di tal Rixi condannato per gravi reati contro la pubblica amministrazione, che lo ha eliminato dalla politica, pare per sempre, gli auguriamo di trovare un lavoro al più’ presto.
Oggi, il capitano per proteggere meglio i suoi sodali dai reati, sta prevedendo di abolire il codice penale, così’, da esser sicuro che non decadano, vedi le esternazioni in cui Salvini dice di voler abolire l’abuso d’ufficio, lui sempre pronto ad aumentare i reati per gli altri o a chiedere le dimissioni per quelli di altri partiti, sarebbe meglio si preoccupasse di reati gravi come la corruzione , la concussione ed il peculato, aspettando la decadenza di tal Molinari, definitiva per interdizione dai pubblici uffici.
Si comunica, peraltro, che verra’ chiesto dalla Lega Ligure, nelle sedi opportune, la sospensione di Rixi in qualità’ di parlamentare, come previsto dalla legge Severino.

Ormai, il paese sta dirigendosi verso la “democratura” di Salvini, invitiamo, pertanto, ad aspettare i 49 milioni, allora, forse giustizia sarà’ fatta, la gente rinsavirà’, e tornerà’ alla normalità’, proprio come alle amministrative di Sanremo, cominciando a capire che i “pifferai magici”, mai hanno soluzioni vere ai problemi, ringraziamo Biancheri per il regalo di una meritata vittoria.