La Giunta regionale ha approvato il pacchetto di agevolazioni a favore del commercio, finanziato con il Fondo Strategico Regionale. Sono stati stanziati complessivamente 8,2 milioni di euro, da mettere in leva finanziaria con sistema bancario, dedicati alle piccole e medie imprese del settore, suddivisi in tre ambiti:
• 5 milioni su un fondo per sostenere gli investimenti del piccolo commercio; il bando sarà attivo dal 16 settembre al 27 dicembre 2019
• 1,7 milioni per i pubblici esercizi che si occupano di somministrazione di alimenti e bevande; si potrà presentare domanda dal 16 settembre al 27 dicembre 2019.
• 1,5 milioni per il sostegno a interventi di riqualificazione dei mercati comunali coperti; il bando sarà attivo dal 1° luglio 2019.

La gestione dei bandi attivati grazie alle risorse del Fondo Strategico Regionale è affidata a Filse.

“Il sostegno alla rete delle attività del commercio, in particolare quello piccolo – spiega il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – è un elemento fondamentale per mantenere la vitalità delle nostre città e dei nostri quartieri, con un occhio in particolare a quelle attività che operano nell’entroterra. La parte del bando legata ai mercati comunali coperti – aggiunge Toti – ha naturalmente anche un valore di riqualificazione urbanistica, di potenziamento della qualità dell’offerta e di rivitalizzazione a fini turistici, ma anche a favore di tutti coloro che vivono quotidianamente Genova e le altre città della Liguria: l’esempio del Mog in via XX settembre, in questo caso, è emblematico”.

“L’attivazione delle agevolazioni – precisa l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – prevede la possibilità di un coinvolgimento del sistema bancario: l’obiettivo è quello di ottenere un effetto moltiplicatore delle risorse pubbliche impiegate, per potenziarne l’azione. L’auspicio – prosegue – è quello di trovare forme di collaborazione che consentano di massimizzare l’efficacia delle risorse disponibili, come già sperimentato con successo nell’attivazione del fondo per il superamento dell’emergenza a seguito del crollo di ponte Morandi, che ha prodotto un moltiplicatore pari a 7”.

“Inoltre, sempre grazie alle risorse del Fondo Strategico Regionale, è stato stanziato un ulteriore milione di euro per le piccole e medie imprese che non hanno avuto accesso ai fondi previsti dal decreto Genova (articoli 4 e 8), a integrazione di quanto già attivato. Si tratta di una misura che ha già riscosso un ottimo successo, essendo già stata praticamente saturata per circa 17 milioni e mezzo di euro pari al 100% del moltiplicatore previsto”, conclude Benveduti.