Il presidente dell’Imperia Calcio Fabrizio Gramondo ha informato il direttivo di come la trattativa per la cessione l’imprenditore libanese Anas Riachi sia sfumata. Troppo divario tra la richiesta della società (400 mila euro) e l’offerta (75 mila euro per il solo titolo sportivo). Alcune incomprensioni miste a equivoci, come non usare una mail con la pec ufficiale per comunicare con la società, hanno contribuito a instillare in Gramondo il sospetto che l’affare non sarebbe andato in porto per mancanza di reale volontà, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.