Un 24enne sudamericano, residente a Imperia, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di abusi sessuali. Avrebbe sfruttato l’ascendente che aveva sulla nipote acquisita, di 15 anni, e ha trasformato il rapporto di parentela in qualcosa di proibito. In due episodi avrebbe usato violenza, bloccando i polsi della ragazzina, per ottenere rapporti completi. Se condannato, il 24enne potrebbe rischiare l’espulsione dall’Italia, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.