Una buona occasione per ricordare una delle battaglie vinte dal movimento a favore dello sviluppo della Ventimiglia-Cuneo.
Lo stanziamento di 29 milioni da parte del Governo Italiano per la messa in sicurezza della linea.
“La AGB e AGB Young – comunica Sergio Scibilia – Presidente della AGB- sono da sempre in prima linea attivamente in una lunga attività di pressione positiva verso lo Stato Italiano , per non far chiudere questa infrastruttura. Numerose opere sono state realizzate grazie a questi fondi ed oggi annunciamo l’ultima novità prevista per il 14 giugno 2019, data in cui verrà attivato l’SCMT in territorio francese fino a Ventimiglia”.
Il Sistema Controllo Marcia Treno (SCMT) è un importante sistema di sicurezza per guidare i treni, vigila sull’attenzione del conduttore che deve ripetutamente effettuare movimenti, premendo un pedale, in caso diverso, si ferma il treno.
“Dopo gli importanti investimenti – conclude Scibilia-avremo finalmente lo stesso standard di sicurezza su tutta la linea , il più elevato attualmente disponibile in Europa. Una garanzia per i lavoratori e per i viaggiatori, una carenza strutturale che è stata colmata. Una battaglia che AGB e AGB Young, non hanno però ancora terminato. Vogliamo il ritorno alla normalità ed un piano di sviluppo per vedere viaggiare un treno europeo che unisca direttamente Nizza con Cuneo, Torino e Berna, via Val Roya, a velocità normale, senza cambio di stazioni. Un collegamento tra il Mediterraneo e il nord , immerso nel patrimonio dell’Unesco”.