Una ricerca è stata svolta su un campione di 470 studenti tra i 17 e i 18 anni di Ventimiglia, Savona, Rapallo e La Spezia nell’ambito dell’11° rapporto sulla Sicurezza urbana e la criminalità, realizzato dall’Università di Genova. Il 48% dei giovani liguri non si ritiene “per niente” sicuro rispetto allo spaccio di droga considerandolo molto diffuso. Il 94% ha detto di “non essere stato coinvolto nello spaccio di droga” mentre il 13% ha dichiarato di avere commesso dei furti e il 12% alcuni danneggiamenti, a fronte del 66% che sceglie di “non rispondere”. Tra i reati che più spaventano i giovani liguri la violenza su donne e minori (85%) e i furti in alloggio (36%).