Genova  per due giorni diventa la capitale dell’ICT (Information Communication Technology) pubblico e privato grazie all’impegno di Liguria Digitale che ospiterà nella sua sede a Erzelli, tra oggi e domani venerdì 17 maggio, le forze economiche e le più alte professionalità del mondo della digital transformation. Si parte oggi, quando nelle sale di LD si terrà l’assemblea dei soci di Assinter Italia, l’associazione che riunisce da Nord a Sud 20 aziende di Regioni, Province autonome ed enti nazionali e locali che operano secondo il modello in house nel settore dell’ICT per la pubblica amministrazione, presieduta da Simone Puksic. Venerdì mattina, sempre a Erzelli, si terrà invece il consiglio generale di Anitec-Assinform, l’associazione nazionale delle imprese ICT e dell’Elettronica di Consumo, presieduto da Marco Gay. Con più di 700 soci (tra diretti e indiretti), 70mila addetti e 21 miliardi di euro di fatturato, Anitec- Assinform rappresenta l’associazione di riferimento per le aziende di ogni dimensione e specializzazione: dai produttori di software, sistemi e apparecchiature ai fornitori di soluzioni applicative e di reti, fino ai fornitori di servizi a valore aggiunto e contenuti connessi all’uso dell’ICT e allo sviluppo dell’innovazione Digitale. Liguria Digitale, portando a Genova i vertici e i più importanti soci di queste due grandi associazioni, ha colto inoltre l’opportunità per organizzare nel pomeriggio di domani, a partire dalle 14, il convegno “STRADE DIGITALI PER GENOVA E LA LIGURIA”, a cui partecipano le  più rappresentative e qualificate aziende, sia a partecipazione pubblica sia private,  dell’informatica italiana. Il convegno vuole essere un confronto aperto sui temi di maggiore interesse: dalla digital transformation (in tutti i campi, in particolare in quelli dell’hi-tech, turismo, portualità e logistica) alla formazione e nuovi mestieri legati alle tecnologie più avanzate, dalle infrastrutture digitali agli investimenti hi-tech a Genova e in Liguria.  

Ad aprire l’evento: il presidente di Regione Liguria, il rettore dell’Università di Genova Paolo Comanducci, l’amministratore unico di Liguria Digitale Paolo Piccini, il presidente di Confindustria Genova Giovanni Mondini e l’assessore comunale allo sviluppo e promozione economica della città del Comune di Genova. Il convegno, che si chiuderà intorno alle 19 con le conclusioni del viceministro alle infrastrutture e trasporti, proseguirà, tutto il pomeriggio, con le interviste del direttore del SecoloXIX Luca Ubaldeschi e di Paolo Liguori, direttore TgCom 24 e con una serie di tavole rotonde a cui parteciperanno tutti i più importanti top manager di settore.