Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio, intensificati dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Liguria appositamente aggregato nella città dei fiori.

Gli agenti dell’RPC, unitamente agli equipaggi del Commissariato di Sanremo, hanno setacciato la città vecchia con controlli a tappeto.

Durante tali attività M.H., tunisino di anni ventisei, giunto nella città matuziana da soli pochi giorni e dimorante nel nord est dell’Italia, alla vista degli agenti si dava alla fuga e veniva inseguito per le vie del centro cittadino.

Nella corsa l’uomo, vistosi quasi braccato dalla Polizia, ingeriva degli ovuli contenenti sostanza stupefacente e dopo pochi metri veniva bloccato dagli agenti ai quali opponeva resistenza.

Lo straniero veniva immediatamente condotto al locale nosocomio per una visita di controllo e per accertamenti radiologici al fine di scongiurare l’eventuale conseguenze pregiudizievoli per la sua salute.

Il medico proponeva all’uomo la somministrazione di un lassativo per agevolare l’espulsione degli ovuli, ma lo stesso terrorizzato dalla pratica decideva da solo di provocarsi il vomito rigettando così gli ovuli ingeriti poco prima (circa 9 grammi di eroina).

Oltre alla denuncia per i reati di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, l’uomo veniva arrestato e condotto al carcere di Sanremo per un precedente ordine di carcerazione emesso a suo carico per alcuni reati commessi nel padovano.